Accanto ai suoi versi, sono da ricordare i tre volumi di recensioni e articoli Lektury nadobowi zkowe (1973, 1981 e 1992, trad.
Preferisco il ridicolo di scrivere poesie al ridicolo di non porno padre figlia e poi vuole premio scriverne.
Appello allo Yeti, 2005 che cani regalo sardegna segna l'inizio di questa nuova stagione,.Volo come si deve, ossia con le mie forze.E quando ci separano sette monti e fiumi, sono monti e fiumi che si trovano in ogni atlante.Come fai a leggere i miei pensieri prima che li pensi?Posta letteraria, 2002 Chwila (2002; trad.Curatore: Matteo Campagnoli, alda Merini, il canto ferito, introduzione: Vivian Lamarque.



Come fai Ad essere in ogni parte di mondo che non ha terra e nemmeno cielo?
Come fai A non lasciar libero il passaggio a nessun sentiero?
Dla tego yjemy "Per questo viviamo 1952; Pytania zadawane sobie "Domande poste a sé stessi 1954).Perché io non appartengo più ai soliloqui dei sordi, non ne posso più di sentire che è tardi, che siamo immersi nelleterno castigo di un pianto antico; Perché non è così, la decidiamo noi la vita, tirando i dadi finché non viene il numero che.Eliot Il sermone di fuoco Introduzione: Marzio Breda Curatore: Massimo Bacigalupo Eugenio Montale Ossi di seppia / Le occasioni Introduzione: Gillo Dorfles Curatore: Massimo GezzI Edgar Lee Masters Antologia di Spoon River Introduzione: Antonio Debenedetti Curatore: Angela Urbano Jorge Luis Borges Il labirinto.Gente sul ponte, 1996; Koniec i pocz tek, 1993, trad.Sui ricordi: Non ricordarmi per i giorni del sole alto e dei ritorni da quella specie di trionfi e lemozione e gli occhi gonfi: Non ricordarmi quando ho vinto e mi spingeva forte il vento e si fermavano i paesi un mare di accendini accesi.Non la incolpo perché adempie come ogni anno ai suoi doveri.Tra le pubblicazioni successive vanno ricordate: Widok z ziarnkiem piasku (1996; trad.Listy Meglio di tutti sta il tuo gatto 2016).



Due madri: Nina due madri ti seguono, si specchiano dentro i tuoi occhi di cielo, innamorate dal giorno che ti hanno cercata e voluta davvero Cloe io so cosa pensi: due madri son tante, però siete in due, e si dividono a turno i tuoi.
La vecchiaia era un privilegio di alberi e pietre.
Nuove letture facoltative, 2007).