premio letterario storie in cammino

Pepe ma anche Fufy, Perla, Pulce, Gigi, Cagliostro ecc.
Purtroppo non potro' mai saperlo e restera' sempre per me una domanda.
Un saluto da Mahli, Franciso, Francisca e la loro mamma Valentina.era una notte di primavera, erano le 01:15 circa tornavo da lavoro e percorrevo la statale adriatica Rimini-Riccione quando a centro strada vedo una busta e li vicino un codice e coupon alitalia 2016 gatto al che rallento, mi fermo.
Matilde è simpaticissima e molto singolare, mangia come un gatto, ma ringhia come un cane se le si toglie improvvisamente la ciotola.Ed ero molto coccolone.Mia madre lo aveva chiamato Pippo.Sedici anni nei quali ha accompagnato i miei figli e me sempre con lo stesso dolcissimo affetto."Devo curarla ho pensato, e ti ho portato in clinica, ma non volevo tenerti, ti ho lasciata lì per quella notte, che ti curassero, e poi ti avrei restituita al tuo prato.Ci facevamo sempre un sacco di coccole.Emanuela La storia di Tittino Ciao a tutti mi presento, sono Tittino.



E fu allora che capì che quei due gattini mi stavano aiutando a guarire e a vedere la mia vita in modo diverso.
Ra Elena l'allevatrice, con l'ansia e la voglia di vedere il nostro piccolo Tyson.
Oppure capitava che non trovava nemmeno i vicini allora si metteva sotto al balcone- io abitavo al terzo piano-e cominciava a miagolareInvece quando uscivamo anche noi ci aspettava tranquillo dietro qualche pianta sotto casa e appena ci vedeva ci veniva incontro Lo consideravo un fratellone.
Un giorno del mese di giugno però una gattina che stava sotto casa mia, nel cortile.(l'avevamo chiamata chicca)si è presentata con due cuccioletti adorabili, uno (zampa)tutto grigio e uno (fiocco)tigrato come la sua mamma.
In particolare, in Emofilia siamo ad una svolta cruciale nella gestione terapeutica: per la prima volta dopo 20 anni, grazie alla nostra continua ricerca di risposte concrete ai bisogni di salute non ancora soddisfatti, oggi siamo pronti a ridisegnare un futuro diverso.Ci hanno adottati dal primo momento.Quello che invece stupisce è il gatto.Questa è la mia storia, quella di una ragazza che fino al 1992 aveva una tremenda paura dei cani e dei gatti, perchè da piccola era stata assalita da un vivacissimo boxer ed era stata graffiata da qualche felino un pò geloso dei suoi padroni.Ma la mia nota testardaggine, li fece arrendere.Non solo, sei mesi fa è arrivata una nuova micina, l'ho trovata nella spazzatura, era molto malata e tutta insanguinata, ovviamente l'ho curata ed oggi è la mia streghetta: guai a chi me la tocca!