cuccioli di bichon frise regalo

pericolosamente.
La Scandinavia, il Belgio, l'Olanda e la Germania dispongono di un capitale in evoluzione, ma in quei Paesi è indispensabile diversificare le linee d'origine.
Verosimilmente arrivato dalla Cina con i primi occupanti umani, il cane giapponese, come appare dai ritrovamenti archeologici è, fra il 6000 ed il 300 prima di, cristo, già sensibilmente differente dai cani europei della stessa epoca.
Gli allevatori seri lavorano a questo scopo importando e scambiando fra di loro delle nuove linee di sangue.E' a partire dal 1948, con la ripresa delle attività nippo, che gli allevatori giapponesi raccolgono le superstiti linee di sangue per ristrutturare e salvare la razza.I cani di questa epoca sono utilizzati per la caccia: il daino, l'orso, la piccola selvaggina e gli uccelli sono le prede.Negli Stati Uniti, in Gran Bretagna ed in Australia è una delle razze di successo e la crescente popolarità moltiplica i felici proprietari di questo seduttore nato.Per la sua taglia è piccolo ed identificabile dalla forma particolare del cranio, come cane di tipo "Spitz".La razza, così come oggi noi la conosciamo, é il frutto di una selezione di tutti quelli che erano i piccoli cani Giapponesi provenienti dalle regioni montuose del paese: soggetti forti, temprati a climi difficili, ai rigidi inverni e ciò nonostante amanti della vita all'aria.Attualmente lo Shiba continua ad essere scarpe con tacco scontate uno dei cani favoriti nel suo paese; è presente in città come in campagna ed è considerato comunemente come cane da compagnia.



Lo Shiba Inu (il cui nome proviene da una forma dialettale della provincia di, naguro che significa "piccolo cane" é al tempo stesso il più piccolo e il più antico tra gli Spitz Giapponesi, tanto che la sua origine é collocabile tra il 6000.
Lo Shiba invece non è nominalmente collegato ad una regione; secondo le interpretazioni, Shiba può significare piccola taglia o cane della boscaglia.
Parallelamente ad un movimento nazionalista di conservazione dell'identità giapponese, alcuni cinofili intraprendono un censimento minuzioso dei cani nativi (JI-NU).Il SAN'IN é a sua volta il discendente di razze ancora più antiche, la sekishu e la imba, provenienti dalle province di, shiman e tottori.La classificazione geografica delle differenti razze di cani Giapponesi risale a questa epoca: il cane di, akita, lo Shikoku, l'Hokkaido.Lo stop è caratteristica dello SAN'IN, le orecchie e gli occhi del mino.Al seguito l'Italia, la Spagna e la Francia stanno entrando a pieno titolo in questo gruppo di appassionati.Nel 1937 lo Shiba è designato come monumento nazionale, dopo di che la razza continua ad essere allevata e migliorata per diventare la superba razza conosciuta oggi.