Questo tipo di operazioni a premi, anche se si tratta di premi di piccolo valore, sono utili per coinvolgere i follower sui Social e regal nach maß per stimolare le conversazioni che ruotano intorno al vostro Brand.
È sufficiente scaricare e compilare il modulo prema CO/1 ed inviarlo tramite il portale, insieme al Regolamento e alla cauzione, almeno 15 giorni prima dellinizio del concorso a premi; Versare una cauzione pari al valore al netto dellIVA dei premi in palio; Contattare un notaio.
Sicuramente quindi, prima di tutto, viene limportanza ti regalerò una cosa del farsi conoscere e riconoscere come casa editrice, come libro e come autore.
2 del DPR 633/72, in nessun caso è detraibile limposta relativa allacquisto o allimportazione di beni e servizi utilizzati per leffettuazione di manifestazioni a premio.Vietato quindi usare solo i Social.Giveaway sui social network avrete la possibilità di migliorare il vostro engagement, quindi di sviluppare un maggior interesse nei confronti del vostro brand.Riprodurre, con altri linguaggi che non siano solo la lettura dei brani, queste emozioni, questo immaginario.Vuoi creare un Giveaway?Perché è utile organizzare un Giveaway?Ricordiamo che Facebook, Instagram e Twitter, vietano di utilizzare delle azioni come share o tag per la partecipazione ai concorsi, e che essi, per essere svolti in maniera legale, devono essere appoggiati a delle piattaforme esterne.Noi come casa editrice abbiamo anche partecipato a fiere di prodotti alimentari biologici e gente disabituata alla lettura ha gradito la sorpresa e acquistato i nostri libri.



Di base, e non dico niente di nuovo, le presentazioni si fanno in libreria, soprattutto perché è lì che il pubblico dei lettori si trova principalmente.
Il soggetto raccontava il suo trauma, Marco lo sceneggiava con una vecchia Olivetti Lettera 32, Simone lo disegnava e io lo dichiaravo guarito dal suo trauma chiedendo un pubblico applauso.
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma dove, dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura duomo come Torino, vive tuttoggi in uno dei quartieri più popolosi e trafficati.Scherzi a parte, meglio cominciare a incuriosire il pubblico fin dalluscita del libro, magari con qualche piccolo concorso.Ci potete dare qualche consiglio?Il termine, giveaway (o give away) significa regalare qualcosa.Per approfondire tutti i passi necessari alla creazione ed al lancio di un concorso a premi totalmente legale, vi lasciamo il link al nostro precedente post: La normativa italiana sui concorsi a premi: facciamo chiarezza.Creare un concorso a premi direttamente sui social non permette di entrare in possesso di tutti i dati del partecipante, escludendo così la possibilità di acquisire nuovi contatti potenzialmente interessati nei prodotti/servizi offerti dallazienda.Lead profilati per il vostro business.





Certo vanno usati in modo intelligente: quanti di voi ricevono inviti per la presentazione dellx libro al centro culturale di Canicattì anche se sono residenti a Vigevano?
La risposta è: dipende dal valore dei premi in palio, anche se lambito di esclusione rispetto al valore è veramente molto basso.